Boschi rifiuta l’incarico di sottosegretario: promossa a capo anziano di Namecc

A Maria Elena Boschi era stato assegnato l’ufficio più prestigioso d’Italia, per succedere a Luca Lotti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Renzi.

Ma dopo ore di polemiche per la decisione del premier Gentiloni di garantire una poltrona alla ministra madre della riforma costituzionale bocciata dagli italiani, Maria Elena non se l’è sentita e ha rinunciato – come detto in diretta sulla Rai da Lucia Annunziata qualche mese fa – al reincarico politico. «Il nostro piano B è che verranno altri e noi andremo via» diceva la Boschi, e così è stato.

Ad aspettarla, tuttavia, c’è una poltrona molto più prestigiosa di quella da sottosegretaria. Il Capo Anziano di Namecc, stanco e indisposto per le troppe bufale lette sul web, ha deciso di dimettersi: “Ho perso la fiducia nel genere umano” afferma il Namecciano “mi dimetto”. L’unico, assieme al figlio di Katattsu, rimasto in vita sul pianeta all’epoca dell’invasione da parte dell’Armata Galattica di Freeze, e progenitore dell’intera razza Namecciana, ha deciso di conferire l’incarico di Capo Anziano a Maria Elena Boschi, che potrà ora fare tutte le riforme che vorrà. Mica un incarico da ridere.

loading...