Alfano ministro a vita: rimarrà in carica fino al 2065

Passano gli anni, cambiano i governi, ma Angelino Alfano non se ne va mai. Incollato alla poltrona con qualche colla speciale, Alfano è stato vicepremier, ministro dell’Interno e di ora di nuovo agli esteri. 2500 giorni al governo, quasi una penitenza per tutti gli italiani, come se qualcuno ci lanciasse una maledizione dall’alto per qualche malefatta di cui dobbiamo pagare.

Amico di Berlusconi, presente nel governo Letta, culo e camicia con Matteo Renzi, ora diventa capo della diplomazia italiana con Paolo Gentiloni.

E tutto ciò a soli 46 anni, un record. Tanto che è di poco fa la notizia battuta dalle agenzie di stampa secondo cui il neo-ministro degli Esteri, Angelino Alfano, diventerebbe ministro a vita, “per la onorabilità, professionalità e indipendenza con cui ha svolto il proprio lavoro in questi anni” si legge in una nota. Oramai la conferma di Alfano nei governi è una mera prassi, di cui il governo vuole sbarazzarsi, così sarà nominato ministro a vita (per ora il limite è fissato al 2065 – quando avrebbe solamente 95 anni).

loading...