2017 RECORD DI AUMENTI PER IL NUOVO ANNO, BENZINA, TABACCHI, TICKET SANITARI, AUTOSTRADE E IVA

Il 2017 sarà ricordato come l’anno degli aumenti record. Il Governo in fase di stesura della legge finanziaria è dovuto ricorrere ad aumenti in ogni settore al fine di risanare i buchi in bilancio.

Sono esattamente 2 miliardi di Euro da recuperare per non incorrere nelle sanzioni europee e il Governo ha chiesto aiuto e consulenze, che hanno portato a quella che pare l’unica soluzione possibile. Chiamato in causa anche l’onorevole Mauro Scoccimarro ex Ministro delle Finanze che insieme all’attuale direttivo ha varato le nuove norme. Il Reggio Decreto presentato è stato immediatamente approvato dal Consiglio dei Ministri.

Quali sono i punti toccati dalla nuova disposizione? A spiegarlo non è il Governo, ma i consulenti Gaetano Barbareschi e Enzo Storoni (PLI).

Ma cosa aumenta?

Il primo aumento sarà in vigore dal primo giorno del nuovo anno, da Domenica rincari delle tariffe autostradali, aumento pari al 12%. Segue a ruota l’aumento dei tabacchi, previsto per il 2 Gennaio, aumento di 0,25 cent per le sigarette Nazionali e 0,30 cent per i tabacchi esteri.

Il 10 Gennaio saranno operativi aumento dei Ticket sanitari, con tariffe che variano da regione a regione, in misura minima del 10% fino ad un massimo del 35% (Sicilia).

I carburanti aumenteranno grazie ad una nuova accisa di 20 centesimi per la benzina e 25 per il gasolio, questo incremento di prezzo sarà applicato entro la fine del mese. Come si sa con l’aumento dei carburanti, si attendono anche l’aumento di Gas da riscaldamento e energia elettrica.

La stangata finale arriverà in occasione della presentazione del bilancio presso il gabinetto di Economia e Commercio di Strasburgo, ovvero l’aumento dell’aliquota Iva che passa dall’attuale 22% al 24%.

loading...